Le belle arti sostenibili di Massimo Dolcini, personale “La grafica per una cittadinanza consapevole”, Palazzo Corbelli, Fano.

Belle arti di Massimo Dolcini precursore indiscusso delle progettualità sostenibile: le grafiche per la comunicazione consapevole. Retrospettiva.

Grande protagonista della comunicazione visiva italiana è stato Massimo Dolcini oltre al Maestro ineguagliabile all’Isia di Urbino (link).

Retrospettiva completa curata da Mario Piazza e fortemente voluta da Gruppo Credito Valtellinese: tutte le informazioni della mostra (link).

Oficina instancabile di idee che da belle arti diventano grafica attiva, socialmente utile:

  • Attraverso i suoi manifesti affissi ogni giorno sui muri, Dolcini comunica alla cittadinanza rendendola partecipe attiva dell’amministrazione.
Belle arti, “Facciamo qualcosa”, Massimo Dolcini, 1980

Belle arti, “Facciamo qualcosa”, Massimo Dolcini, 1980

  • Grazie all’ambiente economico favorevole, Dolcini trasforma l’idea della figura del progettista-artigiano nel progettista per la comunicazione d’impresa.
Belle arti, “Idee Vuoto Potere PCI”, Massimo Dolcini.

Belle arti, “Idee Vuoto Potere PCI”, Massimo Dolcini.

Il segno di Dolcini è sensibile al mutare dei percorsi della società, al modificarsi del consenso istituzionale, al progetto di partecipazione civile e politico.” Mario Piazza (link)
Belle arti, “Lavoro mentale”, 1978, Massimo Dolcini.

Belle arti, “Lavoro mentale”, 1978, Massimo Dolcini.

Dolcini sicuramente avrebbe confermato che 

L’attitudine al fare, comune a tutti gli uomini, insegna a governare noi stessi e a entrare in relazione con altri cittadini su questo terreno comune.” Parole che Dolcini avrebbe di certo sottoscritto e approvato. Richard Sennett
Belle arti, “Accademia”, 1979, Massimo Dolcini.

Belle arti, “Accademia”, 1979, Massimo Dolcini.

Un giorno a Novilara Michele Provinciali mi ha detto: “Massimo, un grafico diventa veramente bravo quando si dimentica della grafica”.  Questa frase mi è sempre piaciuta, limpida e misteriosa. Per capirla fino in fondo ci sono stato molto tempo e mi è costata tanta fatica. (Massimo Dolcini, 1999) 
Belle arti, “Talassoterapico”, Massimo Dolcini

Belle arti, “Talassoterapico”, Massimo Dolcini.

Massimo è la grafica consapevole per l’uomo come per l’ambiente. Concetto introdotto nel primo articolo/manifesto del blog Tutti i designer per il futuro sostenibile” (link).

Belle arti, “Sognando il ciclomotore”, Massimo Dolcini.

Belle arti, “Sognando il ciclomotore”, Massimo Dolcini.

La testimonianza delle arti di Massimo è oggi più attiva che mai grazie all’archivio completo di manifesti serigrafici: http://archivio.massimodolcini.it

Iscriviti alla newsletter di #ILoveThisPlanet

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *