Happy: inno alla vita. Felici? Arrestàti!

Un gruppo d’artisti. Una canzone. Ecco l’inno alla vita. E ti arrestano in Iran perché sei felice!

Tutto è dovuto dall’intramontabile canzone che rimarrà nelle nostre menti a lungo: “Happy” dell’album “Girl”, firmato Pharrel Williams. Sony Music. Dall’ottimo ritmo e dal ritornello azzeccato scaturisce l’entusiasmo come inno alla vita. Diventa una suggestione che decanta tutti i momenti di valore nel mondo:

Inno alla vita: canzone

Una canzone di un gruppo d’artisti ispirati tutti per l’inno alla vita. La performance non si ferma mai.

  • In Europa come in Italia esplodono remake dell’inarrestabile slogan che rimbalza nelle orecchie
Rilasciati!

Uno per tutti diventa emblema di libertà per un futuro sostenibile

  • Stesso contenuto ma contesto diverso e, uno per tutti, diventa emblema di libertà per un futuro sostenibile: “Six young Iranians were arrested and forced to repent on state television after they posted a homemade music video on YouTube of them dancing to Pharrell Williams’ song Happy“. (Sono stati arrestati sei giovani iraniani ed obbligati a pentirsi per il loro video amatoriale ispirato alla canzone Happy). Oggi liberi.
“Potrebbe sembrare da pazzi ciò che sto per dire. I raggi del sole sono qui, puoi portarli via. Sono una mongolfiera che può arrivare nello spazio con l’aria come se non mi interessasse…” (Pharrell)

L’arte è il pane quotidiano. Esprime più di tutto quello che c’è intorno. È  sensazione che proviene dal futuro come nel caso di Pharrell Williams: Happy! Esempio super di Pop-Art. Canzone allegra, vivace, gioiosa che piace a tutto il mondo! L’ inno alla vita continua, iscriviti e ricevi

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *