Planet or Plastic? National Geographic: la mostra!

Scegli: limita l'uso della plastica, abilita il cervello al riuso, dona il Pianeta verde!

0
294

”Planet or Plastic”, National Geographic mostra come la plastica è prodotta e come rallentare le ripercussioni che questo materiale ha sul nostro Pianeta.

”Planet or Plastic”, National Geographic a Bologna fino al 22 settembre è l’esposizione che ti coinvolgente con un percorso articolato con oltre quarantina foto e video-installazioni. Tutte volte a provocare una riflessione sul materiale che è diventato ormai sinonimo di degrado e distruzione del pianeta. La meraviglia della natura è in costante minaccia e artisti dell’immagine come la Kunt possono dimostrarcelo.

Clicca qui e renditi utile anche tu! ORA!

National Geographic e Genus Bononiae, Musei nella Città, hanno organizzato la mostra in otto i grandi temi, dalla quantità di plastica prodotta nel mondo all’impatto sull’ambiente e sulla catena alimentare, dal riuso all’educazione individuale e collettiva. 

Otto i grandi temi in mostra, dalla quantità di plastica prodotta nel mondo all’impatto sull’ambiente e sulla catena alimentare, dal riuso all’educazione individuale e collettiva.
Choose the Planet, take your pledge. National Geographic.

6.3 miliardi di tonellate di plastica sono diventati rifiuti. Finiscono in mare:

  • mettendo in pericolo la vita degli animali marini,
  • accumulandosi in grandi isole galleggianti,
  • e con il tempo rompendosi in pezzi sempre più piccoli che vengono ingeriti da pesci, cetacei, uccelli.

Clicca qui e renditi utile anche tu! ORA!

Mandy Barker il fotografo per la sostenibilità.

Fotografie dei grandi reporter di National Geographic e dell’originale lavoro artistico di Mandy Barker, che ha scelto di raccogliere rifiuti di plastica da tutto il mondo realizzando un progetto fotografico di eccezionale valore estetico e al tempo stesso di grande impatto emotivo. 

Mandy Barker - SOUP_BIRDS NEST. Ingredienti: lenza scartata che ha formato palline simili a un nido a causa delle maree e dei movimenti oceanici. Additivi: altri rifiuti raccolti sul suo percorso.
Mandy Barker – SOUP_BIRDS NEST. Ingredienti: lenza scartata che ha formato palline simili a un nido a causa delle maree e dei movimenti oceanici. Additivi: altri rifiuti raccolti sul suo percorso.

Planet or Plastic? National Geographic, a cura di Marco Cattaneo, direttore di National Geographic. Aperta dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 19.00, fino al 22 Settembre 2019. Chiesa S. Maria della Vita. Via Clavature, 8-10, 40124 Bologna BO. Intero 10 euro, ridotto 5 euro. Informazioni mostra al telefono +39 051 19936343 a col sito www.genusbononiae.it.

Marco Cattaneo, dalla fisica al Pianeta.

È il curatore della mostra Planet or Plastic? National Geographic, direttore dal 2010. Nato a Milano nel 1963 e laureato in Fisica, è entrato nella redazione di Le Scienze nel 1991.

Ha ricevuto il Premio Voltolino per la divulgazione scientifica (2001) e il Grand Prix dell’Associazione Francese Scrittori di Viaggio (2008). È coautore dell’opera in tre volumi Il Patrimonio mondiale dell’Unesco (White Star, 2002-2004; 2012) e di Le città del mondo (White Star, 2005).

Agisci con tutti i tuoi mezzi!

Clicca qui e renditi utile anche tu! ORA!

È tempo di cambiare, dall’approccio alla realizzazione. Vedi come e agisci ORA anche tu! Siamo tutti a rischio, e anche noi di I Love This Planet puntiamo il problema mettendolo in allerta tutti!

Nel percorso della mostra è presente Iceberg, l’installazione di Francesca Pasquali, per rivalutare oggetti d’uso comune quali semplici cannucce di plastica per farne delle vere e proprie opere d’arte. 

Le cannucce si trasformano in presenze plastiche vibranti affondate in un mare riflettente che cattura la nostra stessa immagine e ci rende compartecipanti dell’opera stessa

Ilaria Bignotti

LE CANNUCCE SI TRASFORMANO IN PRESENZE PLASTICHE VIBRANTI AFFONDATE IN UN MARE RIFLETTENTE CHE CATTURA LA NOSTRA STESSA IMMAGINE E CI RENDE COMPARTECIPANTI DELL’OPERA STESSA

Completa il percorso la proiezione del documentario di National Geographic ”Punto di non ritorno” del regista premio Oscar Fisher Stevens e dell’attore premio Oscar e Messaggero della Pace per conto dell’ONU Leonardo Di Caprio: un affascinante resoconto sui drammatici mutamenti che si verificano oggi in tutto il mondo a causa dei cambiamenti climatici.

Agisci ora!
I LOVE THIS PLANET cerca te!
I LOVE THIS PLANET cerca te!

Fonti

National Geographic Official Site: http://bit.ly/NatGeoOfficialSite
Facebook http://bit.ly/FBNatGeo
Twitter http://bit.ly/NatGeoTwitter
Instagram http://bit.ly/NatGeoInsta
Plastics 101 | National Geographic https://youtu.be/ggh0Ptk3VGE
National Geographic https://www.youtube.com/natgeo

Genus Bononiae. Musei nella Città 
https://genusbononiae.it/mostre/planet-or-plastic/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here